cultura barocca
INFORMATIZZAZIONE A CURA DI B. E. DURANTE

FORTUNIO LICETI (Rapallo 1577 - Padova 1657) insegn˛ logica e filosofia a Pisa, Padova (dove si conserva la statua sopra effigiata) e Bologna: finalmente nel 1645 divenne docente di medicina a Padova. Coltiv˛ comunque molteplici interessi che si spinsero fino all'archeologia ed all'antiquaria con il De lucernis antiquorum reconditis, in quattro libri (Deuchino, Venezia, 1618) e il volume Hieroglyphica, sive antiqua schemata gemmarum anularium (Sardi, Padova, 1653) che affrontava un discorso di influssi astrologici e magnetici molto antico ed assolutamente in voga all'epoca. Tuttavia le opere che gli diedero maggior fama furono quelle connesse alla sua ricerca medico-scientifica come il De spontaneo viventium ortu (4 libri, per il Bolzeta, Vicenza, 1618) e soprattutto il De monstrorum causis, natura et differentiis (in 2 libri, per il Crivellari, Padova, 1616).
Proprio grazie al De monstrorum causis, natura et differentiis il LICETI occupa un posto di rilievo nella storia dei mostri. .