cultura barocca
INF. DI B. E. DURANTE PER SCORRERNE IL CONTENUTO CLICCA ORA QUI E VOLTA PAGINA

GLI EVENTI FINALI DELLA GUERRA DI SUCCESSIONE IMPERIALE GENERARONO IN PIEMONTE UNA SORTA DI VENERAZIONE PER LA CASA REGNANTE CHE SI TRAMUTO' IN ELOGI PER LA FIEREZZA, SPIRITUALE E TEMPORALE, DI TORINO.
LA CITTA' VENNE ELOGIATA POETICAMENTE E QUI SOPRA SI PUO' LEGGERE UN RARISSIMO POEMETTO DI ANDREA STERPI DESCRITTIVO DELLE
MOLTEPLICI BELLEZZE DELLA CAPITALE SABAUDA OLTRE CHE DEL VALORE DELLA CASA REGNANTE.
L'AUTORE CON DOVEROSE NOTE A PIEDE DI PAGINA CERCA DI ESPLICARE ALCUNI PASSI DEL POEMETTO CHE ALTRIMENTI POTREBBERO RISULTARE OSCURI = NATURALMENTE NEL CONTESTO DI UNA SCRITTURA POETICA CHE MERITEREBBE UNA ANALISI CRITICA NON MANCA LA CELEBRAZIONE DELLA SINDONE E IN ALTRA PARTE DEL LAVORO DEL COMPLESSO RELIGIOSO IN CUI E' CONSERVATA. IL POEMETTO E' ENCOMIASTICO E QUINDI CERTE CONSIDERAZIONI SU ASPETTI NON FACILI DELLA STORIA DI TORINO E DEI SAVOIA SONO GIUSTIFICABILI = STUPISCE PERO' CHE L'AUTORE CELEBRANDO IL FATTO CHE CARLO EMANUELE "REGNANTE ORA" QUINDI CARLO EMANUELE III ABBIA SOTTOMESSO I LIGURI ( IN EFFETTI GENOVA ERA NEUTRALE E SEMMAI IL CONDOTTIERO SABAUDO CON SPLENDIDE VITTORIE SI IMPADRONI' DI UNA LIGURIA GIA' CONQUISTATA DALLE NEMICHE FORZE FRANCO-SPAGNOLE), ALLORQUANDO ESSENDO ASSEDIATA TORINO DURANTE LA GUERRA DI SUCCESSIONE SPAGNOLA
NON ABBIA ESALTATA LA REPUBBLICA DI GENOVA
PER AVER, NONOSTANTE
LE PREGRESSE GUERRE CON IL PIEMONTE CARATTERIZZATE DA CONGIURE: DI GIULIO CESARE VACHERO AI TEMPI DI CARLO EMANUELE I E DI RAFFAELLO DELLA TORRE SOTTO CARLO EMANUELE II, CON L'AMBIGUA PARTECIPAZINE QUAL PUBBLICISTA PER GENOVA DI FRANCESCO FULVIO FRUGONI,
OSPITATO
LA SINDONE CON UNA FUGA DRAMMATICA TRASPORTATA DALLA CORTE PIEMONTESE AL RIPARO NELLA GRANDE CITTA' LIGURE, IN STATO DI NEUTRALITA'

CLICCA INVECE SULLE FRECCE PER RITORNARE ALL'INDICE


>






>