informat. B. Durante

Dopo gli scavi a Capo Don emersa una chiesa databile al V secolo con PIANTA A TRE NAVATE absidate e con al centro un FONTE BATTESIMALE OTTAGONALE. Da fine VI secolo le navate laterali furono impiegate per realizzarvi un sepolcreto (gli scavi sono stati concentrati su quella di sinistra che ha dato tombe a cappuccina mentre quella di destra, distrutta nell''800 per il passaggio della via Aurelia, deducibile dalla relazione fatta dal Canonico Lotti nella sua ispezione a quei lavori ottocenteschi sull'area di Capo Don). Successivamente nel IX secolo la basilica fu abbandonata e venne ricavata una piccola cappella all'interno della navata centrale: PH. PERGOLA-P.BATTISTELLI-F.COCCHINI-M.GIACOBELLI-E.M.LORETI, Nuove ricerche sul complesso paleocristiano tardoantico di Capo Don a Riva Ligure, "Bollettino d'arte", LXXVI, 1989, pp.45-54

FOTO DAL VOLUME "ALBINTIMILIUM"

(vedi qui = Premessa biblioteconomica)