INFORMATIZZAZIONE B. DURANTE

IL GARIBALDINO BENEDETTO MARCHELLI RAGGIUNSE BUONA FAMA COME ILLUSIONISTA E PRESTIGIATORE E, COME SI LEGGE NELLA STAMPA POPOLARE (CONSEVATA PRESSO L'ACCADEMIA URBENSE DI OVADA) FU ALLIEVO DI BARTOLOMEO BOSCO, MAESTRO DELL'ARTE DELL'ILLUSIONISMO E DELLA PRESTIDIGIAZIONE.
IL DOCUMENTO, CURIOSAMENTE, CONSERVA UNA CERTIFICAZIONE LEGALE CHE DETTA: CERTIFICO IO SOTTOSCRITTO CHE MARTELLI BARTOLOMEO, NEL 1854, SI UNI' A MIO PADRE, COME ALLIEVO, RIMANENDOVI DUE ANNI, MOSTRANDOSI INTELLIGENTE E DI UNA SORPRENDENTE DESTREZZA. IN FEDE, 12 MAGGIO 1892. IL PRESTIGIATORE EUGENIO BOSCO.
IL FIGLIO DEL GRANDE BARTOLOMEO BOSCO, EVIDENTEMENTE SU RICHIESTA DEL MARCHELLI, RILASCIO' QUESTA DICHIARAZIONE, UTILE, EVIDENTEMENTE, PER DARE ULTERIORE PRESTIGIO ALL'ILLUSIONISTA DI OVADA.
E' ALTRESI' SINTOMATICO, PER QUANTO NON FATTO MAI NOTARE, CHE IL VISTO PER L'AUTENTICAZIONE DELLA FIRMA EUGENIO BOSCO FU RILASCIATO DA IL SINDACO MANFREDI. DIANO MARINA 12 MAGGIO 1892.
SI TRATTA DELLA PROVA (RELATIVA COMUNQUE, TENUTO PRESENTE CHE ERA ABBASTANZA NOTO CHE IL MARCHELLI OLTRE CHE A GENOVA, IN PIEMONTE E NEL LEVANTE LIGURE ERA SOLITO DARE PROVA DELLA SUA ARTE ANCHE NEI TERRITORI DELLA RIVIERA DI PONENTE SIN ALL'AREA DEL VENTIMIGLIESE) CHE L'ILLUSIONISTA DI OVADA ERA SOLITO RECARSI ANCHE NELL'ESTREMO PONENTE LIGURE DOVE POTEVA CONTARE DI VARIE RAPPRESENTAZIONE TENENDO CONTO DEGLI SPETTACOLI CHE VI ERANO ORGANIZZATO, MASSIME IN CONCOMITANZA CON IL CRESCERE ED IL POTENZIARSI DI "FIERE E MERCATI" CONNESSI ALLO SVILUPPO DELL'AREA COSTIERA